Galleria d'arte di Vittorio Mullu @paroletangibili

 

'Se accettiamo che le coincidenze significative siano messaggi, istruzioni, consigli, avvertimenti e norme che ci giungono dall’ambiente, dal nostro se’ interiore nel quale risiede la verità ultima della nostra natura e/o dal potere organizzativo dell’universo, allora le informazioni ricevute devono per forza essere vere e a nostro vantaggio. Valutatene la fonte, ma ricordate: obbedire incondizionatamente a ogni sincronicità vuol dire uscire dalla solita autostrada dell’esistenza terrena per imboccare il cammino dell’eroe, il sentiero spirituale che soltanto voi potete percorrere… vivrete una vita autentica ed entrerete in contatto con livelli sempre più elevati della vostra verità personale.'


Il Potere delle Coincidenze, Frank Joseph

L'arte avvicina l'arte creando legami indissolubili

Coloro che mi seguono da tempo sanno che prediligo ogni tipo di collaborazione artistica, sono fermamente convinta che non ci sia prova migliore che confrontarsi e cooperare in modo disinteressato tra simili. 

Ho notato i post di Vittorio sulla pagina instagram @paroletangibili e sono rimasta subito colpita dalla grafica e dal contenuto. I temi trattatti sono universali e molto introspettivi come: amore,  paura, anima, natura, diffidenza, differenze,  competenze, intelligenza e tanto altro. Così ho deciso di fare un po' di spazio sul mio sito a queste preziose pillole di saggezza e chissà, che passando di qua, non decidiate di scoprire di più di questo autore.

Buona lettura!

 

 

  • “La fantasia è la differenza che ti permette di cambiare la realtà”

    Siamo tutto quello che riusciamo a pensare.
    La possibilità di creare un evento non è lasciata mai al caso come sono in molti a pensare.
    Tutto quello che si può costruire materialmente segue un percorso che è frutto del nostro pensiero e di conseguenza molto spesso, si dimentica quanto nel mondo spirituale tutto questo riesca ad abbattere un concetto di spazio e di tempo esistente nel nostro immaginario.

    Vittorio M. @paroletangibili

  • “Le paure sono solo un numero di ipotesi che trovano luogo esclusivamente dove manca il coraggio”

    Vivere o non vivere?
    L’una esclude l’altra e dunque giacché si è venuti alla luce resta paradossale il ritorno nell’ombra.

    Vittorio M.
    @paroletangibili

  • “Le cose speciali si trovano dentro le persone e si chiamano emozioni”

    L’essere costantemente dipendenti da cose materiali trasla l’importanza di molteplici concetti sottraendo al concetto stesso la sua importanza fino alla confusione tra cose e persone.
    Cosa è importante? Perché è importante? Chi?

    Vittorio M.
    @paroletangibili

  • “Il luogo più lussuoso dove poter ospitare una persona è dentro il tuo cuore”

    Che sia in un castello o in una capanna esistono cose di grande valore, quelle cose si chiamano persone che tanto cose non sono e la loro massima espressione è data dalla quantità dei loro sentimenti.

    Vittorio M. @paroletangibili

  • “Chi ti ama davvero ti lascia entrare nei suoi pensieri evitando di tenerti fuori”

    È inutile parlare d’amore per non incorrere nella palese differenza tra il dire ed il fare e soprattutto perché
    amerei ben augurarmi che ogni persona che lo nomini conosca l’etimologia della parola stessa, amore.

    Vittorio M. @paroletangibili

  • “La libertà è come la natura che prima o poi si riprende tutto”

    Dovremmo imparare dalla natura…
    Per quanto le onde si infrangano sulla riva, il mare resta mare.
    Per quanto si possa cementificare la terra è dalle crepe di quel cemento che si elevano germogli.
    Negli ambienti più ostili, in assenza di luce e di ossigeno, la vita nasce libera.

    Vittorio M. @paroletangibili

  • “Ama chi non perde mai un solo momento della tua vita”

    Chi ama non perde.
    A perdere è chi non ha mai amato.

    Vittorio M.
    @paroletangibili

  • “La vita è fatta di scelte e se stai da una parte è evidente che non puoi stare dall’altra”

    Capita molto spesso di considerare l’incoerenza di alcune persone utilizzando la metafora della bandiera.
    Tutti noi abbiamo sentito dire almeno una volta nella vita l’espressione: “Sei come una bandiera al vento”.
    Dinamica molto diffusa e ben radicata nell’aspetto degli esseri umani che perdono totalmente l’essenza della loro esistenza.
    Vi siete mai domandati se una bandiera ammainata o depositata sul terreno con la sua asta potesse mai sventolare? La risposta è tuttavia semplice, non può.
    Alcune prese di posizione evidenziano in modo palese la coscienza di alcune persone.

    Vittorio M.
    @paroletangibili

  • “La differenza non è tra colti o incolti, ricchi o poveri, belli o brutti ma tra buoni e str*nzi”

    Dall’inizio dell’esistenza l’essere umano si è meticolosamente preso premura di come potesse differenziarsi dal suo stesso simile, senza considerare minimamente il fatto che da secoli e secoli è chiaramente evidente la natura che contraddistingue il regno animale nella fattispecie di essere umano.
    Il concetto di yin (nero) = male e yang (bianco) = bene derivante dalla filosofia cinese ci mostra con estrema accuratezza che indipendentemente dal campo di applicazione possiamo evidenziare due differenti radici.

    Vittorio M.
    @paroletangibili

  • “Se non esistesse pensiero nel cuore non esisterebbe anima nel copro”

    Estrapolando l’essere umano da qualsiasi credenza o appartenenza a rango credo sia pressoché evidente la natura di qualsiasi essere. Tutto questo per dire in poche parole che sono fermamente convinto nella distinzione tra esseri benevoli, aventi cuore e un’anima ed esseri malevoli, dove una delle due componenti precedentemente elencate risulta mancante, di conseguenza questo genera un disequilibrio del pensiero.

    Vittorio M. @paroletangibili

  • “La competenza più prestigiosa resta sempre l’educazione ed il titolo più illustre la sincerità”

    In un mondo dove in molti credono ancora che valgano titoli, dove le autoproclamazioni si attribuiscono ininterrottamente meriti e dove l’essenza delle persone viene ricondotta ad un risultato economico, bisognerebbe rieducare gli esseri umani partendo dall’A B C.

    Vittorio M. @paroletangibili

  • “Non esisterebbe il bisogno di curare se solo si riuscisse davvero a prevenire”

    Il paradosso di un mondo sicuro risiede nella sua stessa capacità di generare insicurezze.
    Esistono leggi, deterrenti e pene, esistono modelli di riferimento e protocolli, esistono esempi al mondo dove è possibile notare quanto sia semplice far funzionare un sistema economico-sociale a favore di tutto e tutti se solo quegli stessi regolamenti venissero rispettati, sembra impossibile eppure, esistono.

    Vittorio M. @paroletangibili

  • “Non si potrà mai vivere in un mondo sano finché ad amministrarlo sarà un sistema malato”

    Una vita non si produce in una fabbrica o in un laboratorio.
    Una vita non ha bisogno di pesticidi, coloranti, di veleni per la conservazione o per la prematura crescita come si usa per i prodotti della grande distribuzione, non ha bisogno di morte certificata.
    Una vita non è un colore, un luogo, una lingua ma corrisponde ad un valore maggiore alla somma di queste tre caratteristiche.

    Vittorio M. @paroletangibili

  • “A renderti peggiore è proprio il pensiero di essere migliore di qualcun altro”

    Il paradosso dell’unicità ci accomuna nella nostra esistenza.
    Tutti abbiamo bisogno di nutrirci, tutti abbiamo bisogno di curarci, tutti abbiamo bisogno di esprimerci nell’arte della socialità. Tuttavia esistono rari esseri che si “elevano” nella superbia per coltivare il proprio ego ed è essenzialmente questo il concetto per il quale la legge del contrappasso si occupa di tutto il resto.

    Vittorio M. @paroletangibili

  • “I veri eroi sono quelli che non mentono”

    Ci vuole coraggio per abbattere alcuni muri edificati dall’uomo.
    L’esistenza umana è proiettata in uno spazio multidimensionale dove viene attribuita la parola “vuoto”
    ad un etere che tanto ci mostra chiaramente come possa propagarsi l’energia.
    Parte tutto da noi, questo è l’essere umano fin dalle sue radici, afflitto da un dualismo esistenziale che lascia all’essere stesso il libero arbitrio di scegliere tra il bene ed il male.
    La tendenza di trarre un profitto, nella società odierna, per molti aspetti impone a tutti i livelli sociali un capovolgimento deontologico di figure e professioni.
    In poche parole, si vende morte e si compra vita.
    Un gioco tra luce e buio che si alternano dove consensi e dissensi, manipolati con tecniche mediatiche che farebbero invidia ad ogni laboratorio, mutano forma provocando un caos dove solamente chi regna nel silenzio può accorgersi dove risieda la verità e da dove nasca menzogna.

    Vittorio M. @paroletangibili

Scoprite di più sull'account instagram dell'autore

@paroletangibili