30. ago, 2022

https://leggeretutti.eu/gianni-mattencini-un-odierno-camilleri-pugliese-che-cura-con-dovizia-linvest

Recensione

Tutto ebbe inizio con la morte del coadiutore Gaetano Innamorato. Un dipendente delle Ferrovie di Stato, schivo e solitario, che scelse di suicidarsi all’interno del proprio ufficio di Bari, alle diciassette e venticinque di martedì 27 aprile, nel 1926. In un’epoca in cui il fascismo era salito al potere e consolidava la propria posizione con una politica statalista e centralista, uno scandalo all’interno delle Ferrovie, sarebbe stato assai deleterio.