31. lug, 2022

Intervista a Enrico Casartelli, io contro l'arroganza di chi si sente già arrivato

Intervista

Si intitola “Elly, l’avatar delle emozioni” il settimo libro di Enrico Casartelli. Uno scrittore molto particolare e un uomo schietto e sincero. Ed è con questa predisposizione d'animo che ci ha raccontato di se e delle sue opere.

Si presenti ai nostri lettori con pregi, vizi e virtù...

In tutta sincerità ed estrema modestia ho pochi difetti e tantissimi pregi ( ride di gusto) Cominciamo dai difetti: sono estremamente testardo e alquanto riservato; quest’ultimo lato del mio carattere spesso viene interpretato come timidezza, ma quando me lo fanno notare reagisco con forza, forse eccessiva. D’altronde sono del segno del Leone, anche se non credo molto ai caratteri legati ai segni zodiacali.

Come pregi sinceramente non mi piace giudicarmi. Dico semplicemente che sono un tipo trasparente, parlo chiaro e sintetico, (straight talk, come si dice in America). Inoltre non tollero l’arroganza perché figlia dell’ignoranza, (mi scuso per la rima), e lo dico chiaramente all’interlocutore che la manifesta.