21. dic, 2020

“Tre luci dal buio”, il nuovo romanzo del regista Gerardo Gallo

Il nuovo romanzo di narrativa contemporanea di uno dei registi di 'Un posto al Sole'

«Una calda notte di inizio estate. La città nata di fronte al mare: antico e moderno si integrano nel caotico paesaggio. Salendo in volo dal mare le luci che la colorano raccontano di una vivacità che non dorme mai. Tra questi vicoletti mattonati in pietra, delimitati da palazzi antichi che raccontano di una storia molto ricca. Un uomo si aggira barcollante in un vicolo stretto, gremito di terrazzi e panni stesi, nel cuore più verace di Napoli».

Così inizia il nuovo romanzo di Gerardo Gallo, il noto regista e sceneggiatore cinematografico e televisivo, famoso per la regia di “Un posto al sole” e di molte altri programmi televisivi. “Tre luci dal buio” è il titolo di questo libro tratto da una sceneggiatura cinematografica in cui la riflessione personale è il filo rosso che unisce l’esistenza dei tre protagonisti. Il primo è Domenico, un “uomo disperato” che ubriaco e barcollante percorre le strade della sua Napoli. Il secondo è Sten, un arrogante pittore milanese, mentre il terzo è Oliver, un batterista che vive a Londra e il lettore lo conosce al suo risveglio in una stanza d’albergo: «Non riesce a mettere a fuoco dove si trova, le mutande rosse che ha sugli occhi forse rendono l’operazione più difficile, con indolenza le sposta appoggiandole di lato nel letto sfatto, di una camera d’albergo non meno sfatta di lui».