24. ott, 2020

L’orgoglio nei rapporti interpersonali: amore, amicizia e simpatia? Quando si tramuta in superbia?

L’orgoglio nei rapporti interpersonali: amore, amicizia e simpatia? Quando si tramuta in superbia? Al livello psicologico questa emozione come può essere?

Nella maggior parte dei casi, le relazioni tra due persone finiscono per colpa dell’orgoglio di una persona o addirittura di tutte e due. Ma quando è che questo particolare sentimento si tramuta in superbia?
Per dare risposta a questo interrogativo, l’articolo tratterà questo peculiare sentimento da un punto di vista psicologico in generale.


Che cos’è l’orgoglio

L’orgoglio è un particolare sentimento unilaterale che fa eccedere la personalità della persona che lo prova, facendola prevalere sulla personalità delle altre persone.
Generalmente questo particolare sentimento crea nella persona dei particolari comportamenti, come per esempio quello di chiudersi in se stessa, oppure riversare i malumori su un’altra persona.

Le varie tipologie di orgoglio

Secondo numerosi studi psicologici condotti su soggetti affetti da questo particolare stato d’animo, sono state definite due tipologie di orgoglio: quello positivo e quello negativo.
Per quanto riguarda l’orgoglio positivo, possiamo dire che questo sentimento permette alle persone di essere sicure di se stesse, di sentirsi apprezzate e di far trovare il loro posto nel mondo.
La seconda tipologia di orgoglio invece, come è già stato detto precedentemente, è quella che fa porre le persone che lo provano al di sopra delle altre, che le fa sentire troppo sicure di se stesse e impedisce loro di riconoscere gli errori che si commettono.